O.R.C. - I.R.C. - GRAN CROCIERA

GRAN CROCIERA - Special Regulation

(estratto dal punto 7.4 della Normativa Altura 2024 - PARTE SECONDA - Direttive per l'organizzazione dell'attività Nazionale e Zonale)

Nell’organizzazione dell’Attività Nazionale dovranno essere rispettate le seguenti direttive:
L’attività sarà effettuata con i sistemi di stazza e di compenso dei Regolamenti ufficiali, previsti dalle Disposizioni Tecniche per la Vela d’Altura.
Per l’attività a rating, le imbarcazioni saranno distinte nelle seguenti Categorie:
• Regata (tutte le imbarcazioni Regata post 1/1/1992, vds punto 7.1);
• Crociera/Regata (Regata ante 1/1/1992 e Crociera/ Regata, vds punto 7.2);
• Minialtura (per gli specifici natanti a vela, vds punto 7.3);
Gran Crociera (per le specifiche imbarcazioni di cui al punto 7.4).
Nb: La data si riferisce all’anno della serie.
7.1 omissis
7.2 omissis
7.3 omissis
7.4 GRAN CROCIERA (attività di base),
Appartengono alla categoria le imbarcazioni con le caratteristiche appresso descritte, avendo mantenuto la propria configurazione originale di barca da diporto, ovvero senza alcuna modifica successiva allo scafo ed appendici, ed essere in possesso di Certificato di Rating ufficiale come descritto al punto 2.3 delle Disposizioni Tecniche.
Inoltre devono essere in regola con le Norme per la Navigazione da Diporto in vigore, dotate d’arredi interni da crociera completi e idonei per lunghe navigazioni.
È vietato:
a) Imbarcare Atleti qualificati;
b) L’utilizzo del carbonio o materiali ad esso assimilabili (PBO ed altri compositi) per scafo, appendici, albero (comprese le relative manovre fisse), e vele. In deroga a quanto sopra sono ammessi boma in carbonio, tipo park avenue o similari.

Per appartenere alla categoria Gran Crociera l’imbarcazione dovrà avere non meno di cinque attrezzature proprie per una facile crociera, delle quali le seguenti tre obbligatorie:
1. Rolla fiocco con vela installata, o vele di prua con garrocci (tipo tradizionale, metallici o misti);
2. Salpa ancora completamente installato in coperta o in apposito gavone a prua, con ancora e catena di
peso adeguato nel medesimo gavone e con una lunghezza di almeno tre volte la LH;
3. Una sola vela per andature portanti (SPY o ASM).

Le due attrezzature ulteriori dovranno essere indicate dall’Armatore all’atto dell’iscrizione alla regata tra le
seguenti:
4. Elica a pale fisse;
5. Vele di tessuto a bassa tecnologia (Dacron e altre fibre poliesteri, Nylon e altre fibre poliammide, Cotone, comunque filato a basso modulo di elasticità, tessuto a trama ed ordito senza laminature applicate);
6. Anzianità di varo ultraventennale;
7. Rollaranda;
8. Ponte in teak non sintetico completo;
9. Paterazzo in cavo d’acciaio spiroidale Singolo o doppio purché privo di paranco a una o più vie per la regolazione fine in regata.
10. Condizionatore;
11. Desalinizzatore.

Il termine “a vele bianche” significa imbarcazione che naviga esclusivamente con randa e fiocco.
Per i casi di dubbia conformità farà fede l’interpretazione congiunta FIV – UVAI.

RATING FIV

...presto online

(Visited 99 times, 2 visits today)